sabato 28 gennaio 2012

Innamorarsi è diverso da Amare

Innamorarsi è molto più facile! Puoi innamorarti di una persona che magari a malapena conosci, ma ti ha attratto in qualche modo. Puoi innamorarti di una idea, di come ti immagini il carattere, di come ti è sembrata...
Ma Amare. Amare è diverso. Amare significa starle accanto mentre soffre. Mentre è brutta, anche con un pigiama di flanella. Mentre sta male, magari con la febbre e due occhiaie spaventose. Mentre è incazzata e ti manda al diavolo per tutto quello che dici o fai. Amare è un impegno. Un piacevolissimo impegno che ti scuote, ti fa star male ma che ti appaga, se ricambiato. 
Vedo molte persone innamorate, di un qualcuno che non corrisponde e magari non corrisponderà mai. Ma nascondersi dietro ad un punto fermo, un'idealizzazione è molto più facile che alzarsi e cercare qualcuno che ti ama e ti ricambia.
L'ho fatto anch'io quando ero molto giovane. Idealizzavo uomini per loro gesti, che io pensavo affettuosi, invece magari erano solo di gentilezza. Ma almeno mi tenevo il cuore occupato, senza dovermi "sbattere", cercare qualcuno che contraccambiasse oppure prendermi dei secchi "NO!" sul faccino.



Ma, ora, che vedo un mio amico soffrire per un'idea di donna che non esiste, se non nel suo cervello. Un ragazzo giovane e bello che si limita nelle conoscenze, frequentazioni e ciò mi fa proprio dispiacere. 
Lo vedo proprio mimetizzato in panni che non sono i suoi, blocchi mentali che non lo fanno "sciupare" per una che si sta serenamente facendo la sua vita, sbattendosene altamente di lui, tenendolo ancorato ad un'amicizia sterile.


Vorrei tanto succedesse qualcosa di decisivo, definitivo, che lo svegliasse da questo insulso torpore. Solo per il suo bene.

2 commenti:

  1. L'amore, si sa, non ha regole.
    Fai bene ad interessarti dei mali altrui, ma non fare l'errore di misurarli con il tuo metro.
    Ognuno ha il proprio, e trovarne due che misurano nello stesso modo è alquanto difficile, ma quando succede, nascono i grandi amori.
    Detto questo, a te, con il tuo metro, la situazione pare vuota e senza futuro, ma sono convinto che il metro del ragazzo, gli dice tutt'altro, magari che quella è la miglior vita che possa sognare...
    Eppoi chissà, magari un giorno i due si guarderanno con "altri" occhi e vedranno che le loro misurazioni combaciano...
    Sono un inguaribile "possibilista"...
    Piesse. Mi piace il tuo blog.
    Baci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il tuo commento e il tuo complimento!
      Sicuramente con questo non volevo giudicare se fosse giusto o sbagliato... Anch'io spero in questa possibilità. Ma ormai è almeno un anno che la situazione va così... E bruciare i migliori anni per un "forse" mi pare una sofferenza! =)
      Ma ripeto è solo un mio parere!

      Elimina

Scrivi ciò che vuoi. Ti chiedo semplicemente di mantenere un po' di rispetto ed educazione.
Grazie.
Blu*