venerdì 20 luglio 2012

Un anno.


Quante cose cambiano in un anno.
L'estate scorsa ero una mina vagante, piena di persone in vena di far festa tutte le sere, delusa e abbandonata da chi credevo amico, invece era un infame, uscivo tutte le sere, per non pensare. 
E ora?
Mi ritrovo con il mio solo e unico punto fermo: mio marito. E in fondo, pensandoci, è tutto ciò che voglio. 
Mi sento cambiata, maturata, diversa... A volte non mi riconosco, mi pare di vedere la mia vita scorrermi davanti come se fosse un film...
Riesco a convivere in pace con i miei momenti di solitudine, cosa che invece, prima, mi faceva cadere in una forte tristezza... Ora riesco a trovare un angolino per me, qualcosa da fare... E spesso la ricerco volutamente, la solitudine, per riflettere, dedicarmi a me stessa...
A forza di cercare di abituarmi, però, mi sta venendo il mal di testa.
Un anno. Solo un anno. Ma mi sento come se ne fossero passati dieci.
Ho altre priorità. Non mi incazzo più per le sciocchezze. Non tengo più il muso alle persone, non ne vale la pena. Non bado ai commenti altrui, positivi o negativi che siano. Per svagarmi da questo mondo leggo... Leggere, io? Non accendo nemmeno più la TV... Mi sento un'altra persona. Nemmeno mi riconosco allo specchio, anche se fisicamente non sono cambiata.
Per un'abitudinaria come me è uno shock... Devo metabolizzare... 
E sto facendo parecchio fatica... Con sbalzi di umore e un filo di esaurimento...
Ma, in fondo, mi sento bene.

mercoledì 18 luglio 2012

Biancaneve e il cacciatore - Kristen Stewart, Charlize Theron


Molto bella l'idea di non esagerare con la classica Biancaneve dolce e ingenua, ma, finalmente, una ragazza, che ha voglia di riprendersi la sua vita e il suo regno con tutta la forza che ha in corpo e a qualsiasi costo.
Bellissime le ambientazioni e i panorami, vagamente ispirati a "Signore degli Anelli" et simili.
Una Charlize Theron nel pieno delle sue capacità recitative, espressive e intriganti. In molti momenti di silenzio, comunica perfettamente le emozioni che la travolgono.
Chris Hemsworth ha sempre il suo fascino da uomo rude e sofferente.
Ovviamente la grandissima nota di demerito va alla insipida e "monoespressiva" Kristen Stewart, che riesce ad avere la stessa espressione (trascinata da twilight), da quando le ammazzano il padre, a quando l'affascinante cacciatore le dichiara il suo amore. Nelle mani di una Nathalie Portman questo film avrebbe veramente eccelso.

mercoledì 23 maggio 2012

Cane e Gatto

Sono arrivata alla conclusione che io e l'amicizia siamo come cane e gatto...
Ci sono cani e gatti che vivono insieme, fino a che morte non li separi. Ci sono, certamente, giorni in cui si rincorrono, si mordicchiano, litigano. Ma ci sono anche giorni in cui dormono accoccolati uno sull'altro, mangiano dalla stessa ciotola...
Invece ci sono altri cani che corrono, ringhiano e cercano sempre di azzannare i gatti che, ruffiani e smorfiosi, gli corrono davanti, poi si mettono al sicuro e, con sguardo malefico, scondinzolano con aria di sfida.

Ecco: io possiedo l'anima e il cuore di un cane, e di questo ne sono sempre stata convinta, fedele, buono e impulsivo. L'amicizia è il gatto. Ma non siamo cresciuti insieme, non riusciamo a condividere la stessa ciotola.
Viene da me, mi corre davanti e poi mi osserva da sopra un albero e mi guarda, a volte schernendomi.
Quando smetto di osservarla, torna da me, correndomi davanti e ricomincia il gioco.

Le correrò dietro tutta la vita, ma lei sarà sempre più veloce di me.

martedì 22 maggio 2012

Un attimo di aria... Un attimo di respiro...

Credo proprio di essere nella fase: "fermate il mondo, voglio scendere"...
Corre. Corre troppo. Sarà la primavera che tarda ad arrivare. Sarà il periodo un po' nero. Ma non riesco proprio a corrergli dietro.
L'apatia e la voglia di silenzio, sta prendendo il sopravvento su tutto il resto.
Vorrei un giorno di follia.
Vedere i miei amici e, soprattutto, il mio fidanzato, la mia famiglia, con il sorriso stampato sul viso.
A volte mi sembra di essere un peso per tutti. Magari con me non si divertono? Non so che pensare.
Ma mi sento circondata da nuvole nere.

giovedì 15 marzo 2012

Ti Dedico Tutto - Biagio Antonacci

Testo Ti Dedico Tutto Biagio Antonacci


Ogni volta ti guardo e capisco il regalo 
l’abitudine spesso sbiadisce i colori 
anche se non ci faccio più caso lo sai 
certe volte il mio vivere è troppo ingombrante 
ma ti posso portare da qui a dove vuoi 
illudendoti forse che a tutto si arriva 
e magari rubarti al tuo mondo che è pieno 
oggi sono me stesso e ti dedico tutto 

ho sentito profumi che portano nausea 
ho cercato calore da chi non ne aveva 
ho pregato la notte col sole finivo 

sono stato un disastro per chi mi ha creduto 
tu mi hai preso la mano e mi hai detto proviamo 
cosa abbiamo da perdere è tutto già scritto 
io ti ascolto sognare io sono nel sogno 
è per questo che adesso ti dedico tutto 
ti dedico tutto 

il mestiere si impara il coraggio ti viene 
il dolore guarisce la tempesta ha una fine 
ma diverso è sapere la cosa più giusta 
siamo naufraghi vivi in un mare d’amore 
e viviamo pensando e scriviamo canzoni 
benvenuti nel secolo delle illusioni 
ci sarà prima poi la sentenza o il giudizio 
è per questo che adesso ti dedico tutto 

ti dedico tutto 

se mi vieni a cercare mi sento più fiero 
se mi metto a studiare mi sento in vantaggio 
quanta pena ha chi non prova questo 
sono stato davvero baciato da un Dio 
è per questo che vivo con molta paura 
tutto questo potrebbe di colpo finire 
ma poi penso ogni cosa ha una fine sicura 
quindi non me la meno e ci metto passione 


la passione è la forza che lega le teste 
e a quei corpi noiosi da spirito e luce 
se mi fermo a pensare agli errori che ho fatto 
mi si spengono gli occhi e mi cerco nel sonno 
io ci credo davvero non sei solo sesso 
sei conquista e traguardo involucro vero 
dove vengo a nascondermi quando mi pento 
è per questo che adesso ti dedico tutto 
ti dedico tutto 

il mestiere si impara il coraggio ti viene 
il dolore guarisce la tempesta ha una fine 
ma diverso è sapere la cosa più giusta 
siamo naufraghi vivi in un mare d’amore 
e viviamo pensando e scriviamo canzoni 
benvenuto nel secolo delle illusioni 
ci sarà prima o poi la sentenza o il giudizio 
è per questo che adesso ti dedico tutto 

il mestiere si impara il coraggio ti viene 
il dolore guarisce la tempesta ha una fine 
ma diverso è sapere la cosa più giusta 
siamo naufraghi vivi in un mare d’amore 
e viviamo pensando e ascoltiamo canzoni 
benvenuti nel secolo delle illusioni 
ci sarà prima o poi la sentenza o il giudizio 
è per questo che adesso ti dedico tutto


Questa è dedicata al mio Ema... La cosa più bella che in questo mondo poteva capitarmi...

mercoledì 14 marzo 2012

Io e la mia Famiglia

...abbiamo ricevuto così poco affetto, così poche parole dolci, così poche carezze...
Che quando ci diciamo qualcosa di dolce tra di noi, ci mettiamo a piangere...

martedì 6 marzo 2012

La coerenza non esiste

Meglio predicare quanto sia importante chiudere i rapporti sterili, le amicizie false e allontanarsi da luoghi colmi di ipocrisia... Per poi decidere di partecipare ad eventi insieme, mettendo in disparte le organizzazioni fatte dagli amici veri.
incompresa e umiliata.

venerdì 2 marzo 2012

Sufficienza

Forse dovrei trattare tutti con aria di sufficienza.
Quei modi di fare asciutti e distaccati che vedi in tante persone. Quelle persone che ti chiedi se siano capaci di mostrare un po' di passione, un po' di affetto.
Ma, credo, che quelle persone, vivano meglio di come vivo io. Io, la stupida, che prende tutto a cuore, che si "scapicolla" per il bene degli altri. La scema che dice in faccia le cose come stanno, per stare bene insieme, e quando lo faccio, lo faccio solo per il bene di tutti. Per migliorare me e per migliorare gli altri.
Stare a contatto con la gente, una vita sociale, vedere, esplorare, girare il mondo... Questo serve a migliorare il nostro "IO".
Una volta ho letto una frase molto bella:
"Chi non viaggia per il mondo è come se comprasse un libro e ne leggesse solo la prima pagina"
So benissimo, che non tutti possono permettersi di viaggiare, soprattutto in questo periodo di crisi, ma si può ovviare questo problema, rimanendo ricettivi al 100% agli atteggiamenti, le sensazioni e le parole delle persone che nel nostro percorso di vita incontriamo.
Senza chiudere il portone del proprio cervello alla prima difficoltà.

Ma sapete di cosa mi sono veramente stufata?
Di mettere passione, impegno e amore, in tutte le cose che faccio, da un semplice caffè con gli amici alla vita lavorativa. Io ci metto tutte queste cose, ogni giorno.
Forse dovrei rimanere distante, impassibile e centellinare amore a piccole gocce. 
Come si fa con le forti medicine. 

sabato 25 febbraio 2012

Quando si litiga..

...lo si dovrebbe fare da abbracciati.
Solo così le parole sarebbero meno cattive e il calore dell'abbraccio spegnerebbe ogni malessere.
La vita è troppo breve per spenderla in litigate con chi ami.

..l'ultimo colpo di coda...

...sto facendo proprio la brava.
Sto chiudendo la mia cerchia di amici. Sto mettendo al mio fianco solo la mia famiglia, mio marito e chi veramente dimostra e merita la mia fiducia.
E' una sensazione stupenda.
Ho sempre sopportato atteggiamenti che non mi convincevano, ho perdonato, ho scusato, ho giustificato, sempre troppo!! 
E ora ho deciso di dire subito e in faccia cosa sbagliano dei comportamenti con me... Anche se alla fine capisco di fare sempre la parte della cattiva... Ma preferisco essere in pochi ma sinceri al 100 % che essere un numero infinito di facce false e parole alle spalle. 

E l'ho fatto di nuovo. Ho parlato ad una delle mie (ex) migliori amiche, sperando di trovare un punto di accordo, una comunicazione tranquilla, solare... Siamo persone di quasi 30 anni e parlare delle incomprensioni mi sembrava il minimo... E invece? Mi sembra di aver parlato con una ragazzina 14enne piena di se e senza la nessuna minima intenzione di scendere dal proprio piedistallo.

Ha usato le sue ultime carte nel modo peggiore.
Con me non ha nemmeno parlato.
Ha tentato di riacquistare la fiducia di mio marito, che ovviamente le ha ripetuto cosa aveva sbagliato e lei ancora è convinta di aver ragione.
E poi cosa ha fatto? E' andata dalla mia migliore amica, la persona alla quale ha fatto più male in assoluto, con una frase "buonista" e, un filino, patetica.

Cosa cerca di fare? Di fare la vittima per la sua ennesima volta?
Se avesse riempito la sua vita di un pochino di umiltà avrebbe capito di aver sbagliato tutto con noi.
Noi che diamo la vita per l'amicizia. 

Per l'amor del cielo io non dico di essere perfetta, anzi, sono un universo di difetti. Ma non ho avuto la presunzione di mandar via nessuno. Abbiamo parlato, più volte, per trovare una soluzione.
Ma quando qualcuno non vuole ammettere di aver sbagliato cose palesi, purtroppo la conclusione è triste ed inevitabile.

venerdì 17 febbraio 2012

...i 30 denari...

[...] Non me ne frega niente di avere dei seguaci i quali reputo disonesti! Voi li avete scelti con meticolosa attenzione i vostri leader, obbligandoli a pensare come voi, e quando non la pensavano come voi li avete uccisi come avete ucciso Cristo!! E lo uccidereste ancora se lui fosse qui, anche per molto meno di trenta denari... (Joan Lui - Adriano Celentano)
Che gente! Gente che ti pugnala alle spalle.. Che ti tradisce... Che tradisce le persone che ami... Gente che fa la bella faccia mentre ci prova con la persona che ami... Gente troppo brava a raggirare altra gente...
E, ad un certo punto della tua vita, riappare... Qualcuno ha il coraggio di far finta di niente, di fare l'amicone/a, dopo tutto quello che ha detto e fatto. Qualcun'altro invece, sputa nel piatto in cui ha cenato fino a ieri sera dicendo che ora "...sta bene così.."
Ma quanto riuscite ad essere meschini? E credo che questo sia solo l'inizio...  

venerdì 10 febbraio 2012

...e altre delusioni...

Mi sembrava andasse tutto troppo liscio...
Bugie, sopra bugie che incombono da altre bugie... 

La gente pretende di rimanere sempre nella perfetta compagnia e poi sono i primi che non sono sinceri al 100%...
Ma non mi sobbarcherò di inutili parole... Preferisco solo mettere una canzone, questa volta...

M’abituerò a non trovarti M’abituerò a voltarmi e non ci sarai M’abituerò a non pensarti Quasi mai, quasi mai, quasi mai
Alla fine c’è sempre uno strappo E c’è qualcuno che ha strappato di più Non è mai qualcosa di esatto Chi ha dato ha dato e poi chi ha preso ha preso tutto quel che c’era Non conta più sapere chi ha ragione Non conta avere l’ultima parola, ora
M’abituerò a non trovarti M’abituerò a voltarmi e non ci sarai M’abituerò a non pensarti Quasi mai, quasi mai, quasi mai
Alla fine non è mai la fine Ma qualche fine dura un po’ di più Da qui in poi si può solo andare ognuno come può portando nel bagaglio quel che c’era E le macerie dopo la bufera Ricordi belli come un dispiacere, ora
M’abituerò a non trovarti M’abituerò a voltarmi e non ci sarai M’abituerò a non pensarti Quasi mai, quasi mai, quasi mai


giovedì 9 febbraio 2012

...e io che pensavo di non provarla più...

...l'Amicizia!
Sentire qualcuno che ha voglia di sentirti, cercarti, vederti. Qualcuno che ti difende quando c'è qualcosa che non va. Qualcuno che nota quando l'espressione del tuo viso non è completamente serena. Qualcuno che si fida di te e di cui ti puoi fidare. Che cosa difficile. Oddio, ciò non significa che i miei dubbi e le mie paure siano dissipati.. Assolutamente, no! Il mio pessimismo è sempre dietro l'angolo. Ma diciamo che ieri ho avuto la conferma che ancora esiste. Con tutte le sue difficoltà.

E in questo periodo di "astinenza" dall'amicizia, sapete cos'è  la cosa che mi mancava di più? La Sincerità!!! Quella non la vivevo dai tempi della scuola. La totale apertura delle parole, dei sentimenti, tutto... E l'ho ottenuta proprio da chi non mi aspettavo... Da una persona timida e riservata che dire che fa fatica a parlare è dir poco...
Non potevo rimanere più piacevolmente colpita! 
Felice.

martedì 31 gennaio 2012

Le regole del gioco - Eric Bana, Drew Barrymore

Film eseguito bene, anche se un filino troppo lento. Bravi gli attori. Eric Bana va benissimo come giocatore di poker: è riuscito a recitare 2 ore di film con un'unica espressione... Sicuramente gli appassionati del gioco d'azzardo lo sapranno apprezzare più di quanto non abbia fatto io. 
Voto 5+

Underworld, il risveglio - Kate Beckinsale

Ovviamente visto al cinema, dopo aver visto e rivisto piacevolmente la trilogia, non potevamo farci mancare questo... Una delusione, che così forte non potevamo provare. In totale in 1h e 30 di film vi sono presenti due locazioni... Il film dovrebbe essere ambientato in un futuro prossimo e fantascientifico e le macchine degli attori sono delle Mercedes dell'82... Non c'è una trama che abbiamo un senso. Un film fatto solo per allietare gli appassionati dello splatter. Per non parlare della capacità recitativa pessima e delle scene di violenza con una bambina come protagonista... Voto 3

Il presidente, una storia d'amore - Michael Douglas, Annette Bening

Un classico. Un film per nulla nuovo, ma di una eleganza inimitabile. Romanticismo e un pizzico di politica e rapporti lavorativi. Un Michael Douglas, ovviamente stupendo, accerchiato da un Martin Sheen e un Michael J. Fox ineguagliabili. Un cast che rende un film classico, qualcosa di speciale.
Voto 8

domenica 29 gennaio 2012

Parto col folle - Robert Downey JR, Zach Galifianakis

Belle internpretazioni e sceneggiature, sicuramente i panorami intorno che continuano a cambiare sono a dir poco affascinanti. Secondo me, però, non è uno di quei film che rivedresti più di una volta. Ci sono talmente tante sventure, talvolta assurde, che, superata la metà del film, fanno salire il nervoso. Credo, anche, che parli di amicizia, come nessuno la vorrebbe, cioè quella morbosa e angosciante. Voto 6 

A proposito di Steve - Sandra Bullock, Bradley Cooper

Leggo la trama e mi aspetto giornalismo e romanticismo, invece? Mi trovo davanti un film demente, scadente e caotico, concludendo tutta questa baraonda con un pizzico di tragedia... Che delusione! Sicuramente da un premio Oscar come Sandra Bullock mi aspettavo qualcosa di meglio. Voto 4

I tre moschettieri - Orlando Bloom, Milla Jovovich

L'ho adorato da subito perchè è molto "Guy Ritchie style"! Fermi immagine, rallenty, mappe in sovrimpressione durante il film, azione & ironia insieme. Bello! Una pecca, sicuramente, i malvagi doc, come ad esempio il Cardinale Richelieu, non esprimono abbastanza perfidia. Voto 8-

Immaturi - Raoul Bova, Ambra Angiolini

Per essere un film italiano me lo aspettavo molto peggio! La storia di una bella amicizia... La dimostrazione che, se si parlasse di più, mettendo da parte l'orgoglio, ci sarebbero molti meno fraintendimenti. In più non è il solito strappalacrime, tra disgrazie e dispiaceri, qui i problemi si risolvono! Voto 7

Sherlock Holmes, gioco di ombre - Robert Downey Jr, Jude Law

Il miglior film che abbia visto negli ultimi 10 anni. Colpi di scena, romanticismo e follia. Un insieme di particolari precisi al dettaglio, senza mai lasciare nulla al caso. Non un errore, non una coincidenza. Ti fa restare incollato alla sedia, sentendoti tu Sherly per un attimo. Sempre con la giusta dose di risate e tristezza. E poi la lotta psicologica tra Holmes e Moriarty è qualcosa di divino. Voto (ebbene sì) 10 e lode!

Kiss Kiss, Bang Bang - Robert Downey JR, Val Kilmer

Ovvio che il mio amore (per la sua professionalità e non :) ) sfrenato per Robert mi farà vedere tutta la sua filmografia, ma ammetto che avevo un bel po' di timore nel vedere questo. E invece mi ha positivamente colpito. La giusta mescolanza di azione, giallo e comicità!Magari un filino complicato seguire tutte le vicissitudini. Meglio vederlo due volte per notare ogni dettaglio. Voto 8

The Tourist - Johnny Depp, Angelina Jolie

Ambientato nella magnifica Venezia, qualche cameo dei nostri attori italiani, come Christian de Sica... Anche se i nostri carabinieri (e la memoria di suo padre) non ci hanno fatto per niente una bella figura... Ma il film nel complesso secondo me è spettacolare!  Un finale piacevolmente sorprendente. Voto 8+

sabato 28 gennaio 2012

Innamorarsi è diverso da Amare

Innamorarsi è molto più facile! Puoi innamorarti di una persona che magari a malapena conosci, ma ti ha attratto in qualche modo. Puoi innamorarti di una idea, di come ti immagini il carattere, di come ti è sembrata...
Ma Amare. Amare è diverso. Amare significa starle accanto mentre soffre. Mentre è brutta, anche con un pigiama di flanella. Mentre sta male, magari con la febbre e due occhiaie spaventose. Mentre è incazzata e ti manda al diavolo per tutto quello che dici o fai. Amare è un impegno. Un piacevolissimo impegno che ti scuote, ti fa star male ma che ti appaga, se ricambiato. 
Vedo molte persone innamorate, di un qualcuno che non corrisponde e magari non corrisponderà mai. Ma nascondersi dietro ad un punto fermo, un'idealizzazione è molto più facile che alzarsi e cercare qualcuno che ti ama e ti ricambia.
L'ho fatto anch'io quando ero molto giovane. Idealizzavo uomini per loro gesti, che io pensavo affettuosi, invece magari erano solo di gentilezza. Ma almeno mi tenevo il cuore occupato, senza dovermi "sbattere", cercare qualcuno che contraccambiasse oppure prendermi dei secchi "NO!" sul faccino.



Ma, ora, che vedo un mio amico soffrire per un'idea di donna che non esiste, se non nel suo cervello. Un ragazzo giovane e bello che si limita nelle conoscenze, frequentazioni e ciò mi fa proprio dispiacere. 
Lo vedo proprio mimetizzato in panni che non sono i suoi, blocchi mentali che non lo fanno "sciupare" per una che si sta serenamente facendo la sua vita, sbattendosene altamente di lui, tenendolo ancorato ad un'amicizia sterile.


Vorrei tanto succedesse qualcosa di decisivo, definitivo, che lo svegliasse da questo insulso torpore. Solo per il suo bene.

Parlare a vanvera



Se c'è una cosa che veramente mi innervosisce è quando la gente parla a vanvera. 
Io so di essere ignorante in moltissimi argomenti, ma prima di commentare, giudicare, dare pareri, mi informo! Non sparo sentenze solo perchè mi alzo una mattina e non so cosa fare!



L'argomento più recente, ahinoi, è la tragedia della Costa Concordia. Una notizia che mi ha fatto veramente ribollire il sangue. Non sono mai stata una marinaia, ma da innamorata del mare quale sono e con un compagno che ha svolto diversi esami sulle regole di navigazioni, di libri e di informazioni ne ho avute abbastanza. E divento matta quando la gente parla a sproposito.
Io non c'ero sulla nave, non posso sapere se Schettino ha fatto manovre per posizionare la nave in una determinata maniera, ma avendo visto immagini, video e approfondimenti, ho visto che quel cacchio di scoglio è ancora conficcato nella nave... Quindi dubito profondamente che abbia potuto fare qualcosa.
Ma l'errore IMPERDONABILE è stato quello di abbandonare la nave!! Guadagnare quello stipendio  mensile ti fa precludere che il tuo lavoro non è facile! Io auguro a tutti i capitani del Mondo che non assistano mai ad una tragedia del genere, ma il suo compito e la sua etica professionale dovevano farlo restare su quella nave. A salvare tutti i possibili passeggeri: da chi ha cercato di salvare il denaro o i suoi pochi oggetti, a chi è stato calpestato in momenti di panico. E non solo la Moldava che, casualmente, il giorno dopo era già a casa sua, mentre gli altri sono rimasti a riprendersi dallo shock sull'isola del Giglio.

Io sclero quando la gente se ne esce dicendo "eh ma ha avuto paura" ma è il suo lavoro! Se era una persona con la paura del mare, non doveva fare il marinaio... E' come dirmi che un Marine ha paura delle armi!
Vabbè... Oggi ho lasciato un attimo da parte le emozioni e l'amicizia e mi sono permessa di commentare una notizia di attualità... E purtroppo la stupidità della gente...

venerdì 27 gennaio 2012

Sogni d'oro


E: "Amore, fai tanti sogni d'oro. Quelle belle immagini che ti fanno sorridere e stare bene mentre dormi".
A: "Amore? Per vedere una bella immagine e stare bene, dovrei voltarmi e guardare il tuo faccino tutta notte"


martedì 24 gennaio 2012

Fiducia?

Sto passando un periodo che definire "nero" è dir poco...
Sul lavoro ed emotivamente... Non riesco a parlare, non riesco ad esprimermi, non riesco a sfogare la rabbia che ho dentro, non riesco ad impegnarmi in ufficio.. Zero!
Penso, ripenso e strapenso e cosa mi viene in mente? Rabbia! Sono incazzata nera per tutto il male che la  gente mi ha fatto. Per tutte le prese per il culo che mi sono dovuta sopportare. E adesso? Adesso ho perso la fiducia in tutto e tutti! Ogni secondo ho paura che la gente sparisca nel vuoto senza motivazione o si dimentichi di me o semplicemente mi stia ancora prendendo in giro!
E poi sono delusa. Delusa di me stessa. Sono riuscita a dar corda ad una persona di merda, che nascondeva dentro le peggiori bugie e meschinità che nemmeno mai mi sarei immaginata.
Cretina che sono! E questa cosa mi logora!
Cerco di fare le cose che mi piacciono di più: sto facendo un gran bagaglio culturale di film di ogni genere; mi dedico ai miei hobby, ma vi assicuro che anche quelli a volte non mi riescono a far alzare e muovere...
E questo mi preoccupa, molto.
Ho anche ricominciato a fumare.
Non sento certezze intorno a me. Non riesco a parlare come vorrei... E forse non so bene nemmeno io cosa voglio dire...
Forse è solo un po' di stress accumulato, forse sono stanca della gente maleducata e irrispettosa che ho intorno... Ma vi giuro, mi sento al limite.
E non so come uscirne...

martedì 17 gennaio 2012

Anno Nuovo, Vita Nuova

Buon Anno a tutti...
Ebbene sì è arrivato anche questa superstizioso 2012, quello che i Maya vogliono a tutti i costi farci vivere con il terrore... Ma d'altronde, cosa possiamo farci? E' arrivato e viviamocelo!



E' iniziato confuso e nervoso... 
Sto dedicando molto tempo alle riflessioni e alle decisioni da prendere... 


Sono stanca delle persone false e ipocrite intorno a me. Di chi non mi rispetta e non rispetta i miei amici. Di chi continua a fare il doppio gioco... 
Bhe, quelle persone al mio fianco non le voglio!

Sono sempre stata quella "abbandonata", quella che ha sempre cercato di mantenere i rapporti anche quando ormai erano logori e inconcludenti... Ora basta!

Voglio solo verità e schiettezza. 
Voglio fare solo quello che mi pare e con chi mi pare. 
Se questo mondo finirà davvero non voglio avere alcun rimpianto nè rimorso.