giovedì 15 settembre 2011

Io ci credevo...

Io credevo ad una cosa che per me era amicizia. Complicità. Sincerità. Ma completamente senza alcuna malizia.
Mi spiace! Che il mio amore ci stia ancora male al solo pensiero, che i miei amici pensino che sono stata una stupida a non accorgermene... Vedo il fastidio nello sguardo di un mio amico ogni volta che mi riesce a guardare mentre ne parliamo.  Lui si è messo dalla parte del mio amore...
E come dargli torto? E vedo quasi odio ogni volta che tocchiamo l'argomento.

Io ci credevo. Credevo nella sua ingenuità... Ancora ho dei dubbi... Ancora penso che magari si sbagliano, che non è possibile che faceva tutto per secondo fini... Ma a volte mi trovo qui da sola a riflettere.. Penso ad alcuni comportamenti e ammetto che i dubbi mi vengono...
Ma nessuno di noi saprà mai la verità.

Io volevo solo un'amicizia. Volevo solo qualcuno che ci fosse nel momento del bisogno. Che mi capisse con poche parole. Non avrei mai pensato finisse così...
Dubbi, cattiverie, tradimenti, falsità.

Era una persona buona. O almeno lo credevo..

sabato 10 settembre 2011

La complicità...

Quanto sono affascinata dalla complicità che c'è nelle coppie...
E non parlo solo di quelle giovani, appena nate, che ancora si stanno conoscendo... Ma anche delle coppie che sono insieme da 30 anni...

Un uomo e una donna che si amano, si scambiano sguardi che agli altri sono completamente incomprensibili.
Magari parlano di discorsi normalissimi, ma lo fanno in un modo che sembra totalmente che parlino di segreti impenetrabili....

Sono bellissimi!

Probabilmente anch'io, senza rendermene conto, creo queste situazioni... Ma restare a guardare un gesto intimo, come può essere una carezza su una gamba, piuttosto che due parole sussurrate al lobo, mi riempie il cuore di gioia...
Allora esiste ancora l'amore!

Cambiare

Forse i veri cambiamenti partono da dentro di noi. E sono accettati solo quando dentro di noi li accettiamo. Mi sto impegnando al massim...